RECENTI ACQUISIZIONI

- Patologie chirurgiche dell' articolazione temporo-mandibolare:

chirurgia altamente specialistica che riguarda oltre ai traumi ed i loro esiti, anche il ripristino anatomo-funzionale conseguente a disordini meccanici (sindrome algico-disfunzionale) nel funzionamento dell' articolazione stessa (artrocentesi, condiloplastica, riposizionamento del menisco articolare). Trattamento anche delle anchilosi, della lussazione recidivante, delle limitazioni della apertura della bocca extrarticolari.

 

- Trattamento chirurgico del russamento associato ad apnee ostruttive notturne: (Obscructive Sleep Apnea Sindrome : OSAS). Mediante cospicuo avanzamento comtemporaneo del mascellare superiore e della mandibola (avanzamento bimascellare) si ottiene un incremento dello spazio aereo orofaringeo retrolinguale con percentuali di guarigione di circa il 90% dei casi. Questa percentuale elevatissima, non presente nelle altre tradizionali procedure chirurgiche (riduzione del velo palatale, chirurgia del naso e dei turbinati, delle tonsille faringee e rinofaringee), si ottengono oltrettutto con un intervento dalle complicanze quasi trascurabili, se paragonate alle procedure che prevedono la chirurgia della base della lingua.

 

- Trattamento chirurgico dell' Oftalmopatia di Basedow: l' esoftalmo tireotossico è causato, come è noto, da un aumento di volume del contenuto orbitario (grasso e strutture muscolari) con conseguente alterato rapporto fra il contenitore (orbita) ed il contenuto orbitario, a favore di quest' ultimo. L' obiettivo del trattamento chirurgico è quindi quello di aumentare il volume del contenitore (orbita) e di diminuire il volume del contenuto (grasso). Il chirurgo maxillo-facciale può eseguire la decompressione orbitaria tramite lipectomia grassosa o osteotomia-ostectomia delle pareti orbitarie.

Share by: