DI COSA MI OCCUPO

(chirurgia correttivo-ricostruttiva dello scheletro facciale)

Traumatologia dello scheletro facciale
Oncologia del cavo orale, dello scheletro facciale e della faccia
Terapia chirurgica delle patologie dell' orbita

- Traumatologia dello scheletro facciale

Nei traumi lfacciali a principale difficoltà consiste nel ripristinare l' aspetto del viso precedentemente al trauma che, in certi casi, risulta devastato dalla estrema violenza dell'evento traumatico. La ricostruzione dello scheletro facciale deve essere eseguita con perfezione millimetrica al fine di ottenere una giusta fisionomia ed il ripristino dell' attività masticatoria.

- Oncologia del cavo orale, dello scheletro facciale e della faccia
Il distretto oro - maxillo - facciale presenta una particolare varietà di tessuti in grado di originare molteplici neoplasie maligne che possono trarre origine sia dai tessuti molli che dal tessuto osseo.
Il tessuto maligno più frequente in questa sede è il carcinoma squamocellulare che oltre al cavo orale, colpisce anche la cute del viso, le mucose del naso e dei seni paranasali. Nelle forme avanzate (T3-T4) è necessario e si applica un approccio polispecialistico multidisciplinare che comprende il chirurgo, il radioterapista e l' oncologo. Il chirurgo maxillo-facciale interviene eseguendo nei casi avanzati un intervento monoblocco che comprende l' exeresi ampia della massa tumorale, lo svuotamento funzionale o radicale dei linfonodi cervicali e la resezione ossea nei tumori infiltranti.

- Trattamento delle malformazioni facciali nell' adulto
Chirurgia di notevole impatto sociale in quanto, per mezzo di tecniche operatorie sempre più precise e sofisticate, è possibile spostare in ogni piano dello spazio qualsiasi porzione dello scheletro facciale senza alcuna incisione visibile (attraverso cioè il cavo orale), rendendo quindi possibile una correzione completa della masticazione e del viso.

- Terapia chirurgica delle patologie dell' orbita
Trattamento dei gravi traumatismi del complesso orbito-malare-zigomatico con ricostruzione del pavimento orbitario nei casi di diplopia e/o distopia del globo oculare. Trattamento d'urgenza della neuropatia ottica traumatica. Trattamento di tutte le neoplasie benigne e maligne endorbitarie, mediante la via transcongiuntivale, o marginotomie di accesso.

- Patologie delle ghiandole salivari
Scialoadeniti, calcolosi e patologia neoplastica benigna o maligna della parotide e delle ghiandole salivari minori.

- Chirurgia orale
Oltre al trattamento dei traumi di minore entità vengono trattate diverse patologie orali come denti inclusi, neoformazioni cistiche dei mascellari, atrofie ossee settoriali, malformazioni benigne della mucosa orale, patologie del seno mascellare.

Implantologia endo-ossea.

Share by: